informazioni di contatto:

scrivi un messaggio:

Volo:Incluso
Prossima partenza: Data Partenza Libera
Durata:15 giorni

A partire da 5.500 €

DETTAGLI
Volo:Incluso
Prossima partenza:
Durata:15 giorni
DETTAGLI

A partire da 5.500 €

GRAN TOUR DELLA HAWAII E CALIFORNIA

Volo:incluso
Durata:15 giorni

Un itinerario che unisce la magia delle due città principali della California: Los Angeles e San Francisco e la natura spettacolare delle isole Hawaii; un vero paradiso in mezzo all'oceano Pacifico. Visiterete le tre isole principali, potrete quasi toccare la lava dei vulcani, camminare sulle spigge bianche di Maui, toccare la storia visitando il museo di Pearl Harbour, godere della vitalità giovane di Honolulu, surfare sulle onde più famose al mondo e prendere l'aperitivo davanti a uno dei tramonti più belli al mondo
Un itinerario per chi ama unire il relax del mare senza rinunciare a visitare

Punti di forza:

  • Itinerario completo tra Hawaii e California
  • Tre isole: Honolulu, Maui e Big Island
  • Visita di Los Angeles e San Francisco
  • Un mix perfetto di città e natura

La quota comprende

  • Voli intercontinentali dall'Italia con bagaglio da 23 Kg in stiva compreso
  • Voli interni alle isole Hawaii
  • Affitto auto categoria compact in tutte le isole alle Hawaii con presa e rilascio in aeroporto
  • Hotel com indicati in tabella
  • 2 notti a Los Angeles e 2 notti a San Francisco 
  • Assicurazione medica base 

La quota non comprende

  • Tasse aeroportuali 
  • Bagli in stiva per i voli interni Hawaii (indicativamente 25/30 usd a bagaglio a volo, da pagarsi in aeroporto)
  • Estensione facoltative dei massimali medici
  • Assicurazione facoltativa contro l'annullamento

A partire da 5.500 €per persona

Richiedi informazioni

ALTRE QUOTE OBBLIGATORIE

  • TASSE AEROPORTUALI
  • QUOTA ISCRIZIONE CON ASSICURAZIONE MEDICA BASE

QUOTE E SUPPLEMENTI FACOLTATIVI

  • ESTENSIONE MASSIMALI MEDICI
  • ASSICURAZIONE CONTRO L'ANNULLAMENTO
  • SUPPLEMENTO SINGOLA 

TERMINI DI PAGAMENTO

  • Acconto del 30% del viaggio all’iscrizione
  • Saldo entro 45 giorni prima della partenza

Voli

Partenze possibili dalla principali città italiane 

Hotel

città hotel n. notti camera trattamento
Los Angeles Luxe Sunset Boulevard 2 double standard Pernottamento
Honolulu Shoreline Hotel 4 1 Queen bed Pernottamento
Maui Royal Lahaina Resort 4 Bungalow 1 king bed Pernottamento
Big Island Fairmont Orchid Hawaii 2 2 Queen garden view Pernottamento
Big Island Volcano Village Estate 2 standard Pernottamento
San Francisco Mariott Fisherman Warf 2 Queen bed Pernottamento

La categoria degli hotel può essere variata con una categoria superiore o minore

A partire da 5.500 €

Introduzione

Un itinerario che unisce la magia delle due città principali della California: Los Angeles e San Francisco e la natura spettacolare delle isole Hawaii; un vero paradiso in mezzo all'oceano Pacifico. Visiterete le tre isole principali, potrete quasi toccare la lava dei vulcani, camminare sulle spigge bianche di Maui, toccare la storia visitando il museo di Pearl Harbour, godere della vitalità giovane di Honolulu, surfare sulle onde più famose al mondo e prendere l'aperitivo davanti a uno dei tramonti più belli al mondo
Un itinerario per chi ama unire il relax del mare senza rinunciare a visitare

Richiedi Informazioni

Punti di forza:

  • Itinerario completo tra Hawaii e California
  • Tre isole: Honolulu, Maui e Big Island
  • Visita di Los Angeles e San Francisco
  • Un mix perfetto di città e natura

Foto di viaggio

5199

Quando partire

  • Gen
  • Feb
  • Mar
  • Apr
  • Mag
  • Giu
  • Lug
  • Ago
  • Set
  • Ott
  • Nov
  • Dic

Richiedi informazioni

  • 1° GIORNO ITALIA / LOS ANGELES (-/-/-/)

    Partenza dall'Italia per gli Stati Uniti. Pasti a bordo e arrivo a Los Angeles nel tardo pomeriggio. Sbarco ritiro dell'auto e trasferimento in hotel per 

  • 2° GIORNO LOS ANGELES (-/-/-/)

    Giornata dedicata alla visita della città

    Los Angeles: con New York e Chicago, è una delle tre metropoli più importanti del Paese ed è un centro economico, culturale e scientifico di rilevanza mondiale. La città è divisa nei seguenti quartieri:
    Downtown L.A.: è la zona centrale di Los Angeles ed anche quella in cui si trovano i principali uffici e negozi. Vi si trovano alcuni luoghi interessanti dal punto di vista culturale come il MOCA, il Museo delle Arti Contemporanee e la zona turistica di El Pueblo de Los Angeles, che costituisce anche il primo nucleo della città. 
    Hollywood: all’inizio del secolo scorso una troupe di New York scelse questo luogo per girare alcune scene per un film, e casualmente diede il via ad un rapido sviluppo che trasformò in pochi anni questo angolo di mondo in una delle più grandi industrie dello spettacolo cinematografico. Grazie alla particolarità del posto e al clima mite, molti attori e produttori hanno scelto di vivere qui, trasformando la famosa collina con la celebre scritta in uno dei luoghi più conosciuti del pianeta. Qui è possibile visitare il Mann’s Chinese Teather, dove si effettuano molte riprese dei film e soprattutto dove nel mese di marzo si assegnano i celebri Oscar che premiano i maggiori protagonisti della stagione cinematografica. Non lontano inizia il Walk of Fame, una lunga passeggiata dove si trovano le note impronte dei personaggi dello spettacolo. 
    Beverly Hills: queste colline, che rappresentano oggi una delle zone residenziali più esclusive al mondo, devono la loro fortuna alla vicinanza con Hollywood. Non a caso le prime star scelsero questo posto, vicino ad Hollywood ma più tranquillo e con un clima più gradevole, per costruire le loro sfarzose abitazioni. Oggi tutto il quartiere, con le sue esclusive Rodeo Drive e Sunset Boulevard sino alle zone più alte delle colline, ospita le case degli eroi del grande schermo insieme a ristoranti, negozi e alberghi tra i più esclusivi al mondo. 
    La Costa di Los Angeles: tutta la costa è disseminata di località famose come Malibù, molto affollata e ricca di locali, ideale per gli amanti del surf. Santa Monica invece è più adatta alle famiglie e a chi cerca tranquillità. La spiaggia di Venice, è la preferita dai giovani, che la prendono d’assalto soprattutto nei fine settimana. In zona si possono trovare inoltre numerosi ristoranti e locali in cui ascoltare un pò di musica.

  • 3° GIORNO LOS ANGELES / OHAU (HONOLULU) (-/-/-)

    Trasferimento in aereoporto, rilascio dell'auto e partenza per Hoolulu. Arrivo, ritiro dell'auto e trafserimento in hotel. Resto del pomeriggio a disposizione per le prime visite

  • DAL 4° AL 5° GIORNO OHAO (HONOLULU) (-/-/-)

    Giornate a disposizione per visitare l'isola di Ohau

    HONOLULU
    Lunghe distese di sabbia, palme che ondeggiano al vento e clima mite; ma Honolulu non è solo il paradiso tropicale celebrato dai dépliant turistici. Unica città statunitense ai tropici e la sola con un palazzo reale, Honolulu offre ai visitatori un'incredibile quantità di attrattive.
    Se venite qui per lasciarvi tutto alle spalle e ritrovare la calma, rimarrete delusi, perché Honolulu è una delle città più visitate al mondo; con un po' di perseveranza e una certa dose di organizzazione, scoprirete che c'è spazio per tutti. Le valli che dominano la città ospitano lussureggianti riserve forestali e itinerari escursionistici poco frequentati. A un'ora di macchina dalla capitale, poi, troverete tranquille insenature per fare belle nuotate e snorkeling, parchi silenziosi e città così piccole e quiete da farvi dimenticare quasi del tutto la massa che invade le spiagge.
    Situata all'estremità meridionale di Oahu, l'isola hawaiana più frequentata dai turisti.
    Nella zona centrale della città si trovano gli edifici federali e statali, tra cui lo State Capitol (il palazzo del governo) e lo Iolani Palace, dimora degli ultimi sovrani delle Hawaii e tuttora unico palazzo reale esistente negli Stati Uniti. A pochi isolati a nord-ovest del palazzo è situata Chinatown, mentre qualche isolato più a ovest si trovano l'Aloha Tower e i terminal delle navi da crociera. A sud-est del centro si estende Waikiki, cuore della Honolulu turistica, con tutti i maggiori complessi alberghieri e teatro della vita notturna cittadina. A sud-est di Waikiki si erge per 230 m il Diamond Head, emblema geografico della città. Tutti i suddetti luoghi si trovano all'interno dell'area della Greater Honolulu.

    DA VEDERE
    Waikiki
    Meta turistica per eccellenza, Waikiki è un lungo tratto di spiaggia bianca che si estende subito a sud-est del centro di Honolulu, costeggiata da eleganti ed altissimi alberghi ai quali fa da sfondo il suggestivo Diamond Head.
    Se siete venuti alle Hawaii per i luau, le lezioni di hula e la vita da spiaggia, Waikiki è il luogo che fa per voi. Di fronte all'Hilton si trova una delle zone più tranquille per nuotare, Kahanamoku Beach che, ironicamente, prende il nome da uno dei frequentatori più scatenati di questo arcipelago, Duke Kahanamoku, surfista e nuotatore del posto, campione olimpionico dei 100 m stile libero nel 1912. Gli appassionati di boogie board si radunano a Kapahulu Groin, all'estremità meridionale di Waikiki Beach, deliziando gli spettatori con acrobazie mozzafiato.
    Lontano dalle onde si trova Kapiolani Park che ospita il Waikiki Aquarium, l'Honolulu Zoo, una tribuna per l'orchestra e un'area adibita agli spettacoli di danze hula. Il parco si trova nella zona di Waikiki che dà verso il Diamond Head ed é una donazione dell'ultimo re, David Kalakaua, fatta alla popolazione dell'isola.
    Waikiki offre ai suoi visitatori un'ampia scelta di intrattenimenti tipici hawaiani che vanno dagli spettacoli polinesiani con tamburi e ballerini di hula agli sdolcinati duetti al ritmo di ukulele o slack-key guitars. Il Duke's Canoe Club è il ritrovo più famoso se volete ascoltare musica moderna hawaiana, mentre per tutto il resto porete far capo a uno qualsiasi dei grandi complessi alberghieri. La zona intorno agli alberghi è piena di locali notturni e bar. La scena gay di Honolulu si concentra nei locali lungo Kuhio Ave tra Kalaimoku St e Kaiolu St.

    Diamond Head
    Diamond Head è un cratere - una collina formata da ceneri vulcaniche compattate - che si originò in seguito a una violenta esplosione di vapore nel nucleo interno dell'isola, avvenuta molto tempo dopo la fine dell'attività vulcanica. La cima, alta 230 m, fa da sfondo al panorama di Waikiki e, come tale, è uno dei punti di riferimento geografici più conosciuti della zona del Pacifico.
     Gli hawaiani chiamavano la collina Leahi e in cima ad essa avevano costruito un luakini heiau, un tipo di tempio utilizzato per compiere sacrifici umani. La collina cambiò nome nel 1825, anno in cui alcuni marinai inglesi, vedendo dei cristalli di calcite luccicare al sole e credendosi improvvisamente ricchi, la battezzarono Diamond Head, che significa appunto 'promontorio di diamante'.
    È possibile visitare Diamond Head con un'escursione a piedi che raggiunge il bordo del cratere dove, chi avrà la perseveranza di arrivarvi, rimarrà incantato dalla vista a 360°C su tutta la costa sud-orientale di Oahu. Gli autobus provenienti da Waikiki fermano nei pressi di Diamond Head - dalla fermata all'inizio del sentiero sono 15 minuti a piedi. Se ci arrivate in auto o taxi, il sentiero inizia all'altezza del parcheggio a lato di Diamond Head Rd, sul versante nord-est del cratere.

    Bishop Museum
    Il Bishop Museum è considerato il miglior museo antropologico polinesiano del mondo. La Hawaiian Hall comprende tre piani che espongono reperti sulla storia culturale dell'isola e dove, tra i tanti tesori, è conservato anche un manto di piume realizzato per il re Kamehameha I, fautore dell'unità dell'arcipelago. Le altre sale pullulano di maschere, armi, strumenti musicali e opere d'arte appartenenti alle civiltà del Pacifico, oltre a oggetti portati sulle isole dai mercanti provenienti dall'Asia e dall'Europa.
    Il museo ospita inoltre l'unico planetario delle Hawaii, una sezione dedicata alla storia naturale e un'area in cui si può assistere a dimostrazioni di attività artigianali tradizionali quali la fabbricazione delle trapunte e delle collane lei e la tessitura delle stuoie lauhala. Il museo si trova 4 km a nord-ovest del centro di Honolulu ed è raggiungibile in autobus o automobile percorrendo la H-1.

    Mt Tantalus e Makiki Valley
    Ad appena 3.2 km dal centro, una strada taglia attraverso la rigogliosa riserva forestale della Makiki Valley per raggiungere la cima del Mt Tantalus, alto 600 m. Il tratto occidentale della strada si chiama Tantalus Drive e quello orientale Round Top Drive. Insieme formano un percorso circolare lungo un po' meno di 14 km che offre il panorama più bello di Honolulu.
    Il percorso ben asfaltato serpeggia davanti ad alcune delle abitazioni più eleganti della città e incrocia diversi sentieri che portano alla Honolulu Watershed Forest Reserve e al Puu Ualakaa State Park. Stranamente, però, l'unica passeggiata che la gente è disposta a compiere è tra la macchina e gli splendidi punti panoramici: se dunque vi portate un paio di comodi scarponi, riuscirete a fare una bella escursione in tutta tranquillità.
    Annidato in fondo alla Makiki Valley, subito a lato di Tantalus Drive, troverete il Contemporary Museum, un eccellente museo di arte moderna circondato da giardini alberati. In uno dei nuovi edifici del complesso è conservato l'orgoglio del museo, un'installazione di David Hockney che prende spunto dalle scenografie di un'opera di Ravel messa in scena dallo stesso artista. Le gallerie ospitano mostre di artisti nazionali e internazionali.
    Anche se è il giorno il momento migliore per fare delle belle escursioni e per scattare fotografie, le zone più elevate della valle sono punti ideali da cui osservare la sera che cala sulla città. Il museo è raggiungibile in autobus dal centro città, ma per arrivare in cima alla montagna avrete bisogno di una macchina.

    Pearl Harbor
    Più di un milione e mezzo di persone ogni anno visita l'USS Arizona Memorial eretto in memoria degli eventi che portarono gli Stati Uniti a partecipare attivamente alla seconda guerra mondiale. Il monumento galleggiante di 55 m si trova proprio nel punto in cui il 7 dicembre 1941 la corazzata Arizona fu colpita in pieno dai bombardieri giapponesi e affondò nel giro di 9 minuti, trascinando con sé 1177 marinai.
    Oggi il monumento è sotto la gestione del National Parks Service che dirige anche il visitors center, il museo e il teatro connessi. Il programma prevede una visita di 75 minuti che comprende la proiezione di un documentario sull'attacco e il passaggio in traghetto fino al monumento. Il tutto gratuito.
    Il visitors center dell'Arizona Memorial si trova a lato dell'Hwy 99 (Kamehameha Hwy) all'interno della base navale di Pearl Harbor, circa 15 km a ovest di Honolulu percorrendo la H-1. Si può anche raggiungere con gli autobus navetta che partono da tutti i principali alberghi di Waikiki.

    Windward Coast (costa sopravento)
    Windward Oahu, il versante orientale dell'isola, segue la Koolau Range per tutta la sua lunghezza. Le catene montuose all'interno dell'isola presentano grotte e profonde valli, declinando spesso vicinissime alla zona costiera. Lungo la costa si estendono spiagge particolarmente belle - tra queste Kailua, Kualoa e Malaekahana - anche se diversi tratti risultano poco adatti per nuotare a causa dei banchi di sabbia. Le acque sono invece adatte al windsurf e alla vela, in quanto la costa è esposta agli alisei nord-orientali.
    Kailua - la terza città di Oahu per grandezza - sorge un po' più a sud del punto in cui la Pali Hwy incontra la costa sopravento. Si tratta di una cittadina senza particolari attrattive a parte la splendida spiaggia e i lugubri resti di un luakini heiau (tempio sacrificale). Al largo si trova Popoia Island che ospita una riserva di uccelli ed è frequentata da appassionati di kayak. La quarta città di Oahu è Kaneohe, a nord della penisola di Mokapu, famosa per l'enorme giardino botanico, Hoomaluhia Park, e per la pace che regna nella cosiddetta Valley of the Temples (Valle dei Templi), un cimitero interconfessionale in stile giapponese.
    All'estremità settentrionale della costa sopravento, la città di Laie è il nucleo della comunità dei mormoni, che a Oahu conta diversi membri. L'influenza della Chiesa dell'Ultimo Giorno è evidente nel grandioso tempio del 1919, una versione di dimensioni minori del tempio principale di Salt Lake City, e nella filiale locale della Brigham Young University. Più interessante di tutto è però il Polynesian Cultural Center, un centro culturale senza fini di lucro gestito dai mormoni e che, dopo il monumento di Pearl Harbor, rappresenta il secondo punto di richiamo turistico dell'isola. Qui gli studenti della BYU si guadagnano la retta universitaria indossando i costumi tradizionali e illustrando ai visitatori le attività artigianali polinesiane, le danze e i giochi. 

    Litorale settentrionale
    Il litorale settentrionale di Oahu è sinonimo di surf. Ogni anno, in inverno, le sue onde alte 9 m attirano i più grandi kahuna della tavola che giungono a frotte per sfidare le gigantesche onde. Qualche giorno prima di Natale i luoghi più famosi - Sunset Beach, Banzai Pipeline Bay e Waimea Bay - si riempiono di istruttori attempati e neofiti che vi rimangono fino a quando le onde iniziano a diminuire di altezza, ossia intorno al mese di febbraio.
    Dicembre è considerata alta stagione e in questo periodo si tengono tre importanti gare di surf, chiamate collettivamente Triple Crown, le quali mettono in palio premi che raggiungono le sei cifre. Ogni week-end convogli di macchine giungono da Honolulu per assistere alla competizione e se volete evitare il traffico, cercate di arrivare durante la settimana. Per raggiungere il litorale settentrionale da Honolulu, dirigetevi a nord-ovest lungo la Hwy 99 o la H-2.

  • 6° GIORNO OHAU / MAUI (-/-/-)

    Ultime ore a disposzione e trasferimento in aeroporto. Rilascio dell'auto e partenza in volo per Maui. Arrivo ritiro dell'auto e inizio delle prima visite.

  • DAL 7° AL 8° GIORNO MAUI (-/-/-)

    Giornate a disposizione per le visite
    Superbi sono i panorami che offre quest'isola hawaiana. Sulla sua soleggiata costa occidentale si affacciano fantastiche spiagge di sabbia bianca lambite dalle tiepide acque dell'oceano che brulicano di balene. Potrete esplorare la giungla e ammirare le cascate dell'interno, oppure fare windsurf con i campioni a Hookipa Beach, o ancora gustarvi un drink nelle storiche taverne di Lahaina.
    Maui è soprannominata ‘l'isola della valle' per la sua particolare topografia: i due vulcani che emersero dal fondo dell'oceano diedero origine con il passare dei millenni a un istmo simile a una valle tra i due coni. Seconda isola delle Hawaii per dimensioni, è famosa per le sue belle spiagge e vanta siti tra i migliori del mondo per praticare windsurf e surf.
    Fortunatamente i principali centri turistici - pieni di traffico, folle di vacanzieri e condomini - sono confinati sulla costa occidentale, così scoprire il lato più tranquillo di Maui non è un'impresa difficile. Le zone montuose e la costa orientale vi daranno un'idea delle bellezze dell'isola. La maggior parte delle infrastrutture turistiche sono a Lahaina, Kaanapali e Kihei. Visitate le cittadine di Haiku, Kula o Hana, attraenti alternative al ben diverso panorama della zona occidentale dell'isola
    L'isola vanta alcune delle migliori località delle Hawaii (e del mondo) per quanto riguarda il windsurf e il surf, nonché ottime opportunità per i bagni, lo snorkelling e il bodysurf. 

    DA VISITARE
    Haleakala Crater
    L'Haleakala Crater è una grandiosa meraviglia geologica. Il più grande vulcano inattivo del mondo assomiglia alla superficie lunare e ha il fondo del cratere (apparentemente senza vita) disseminato di maestosi coni di cenere vulcanica. L'Haleakala National Park comprende la zona attorno al cratere e offre fantastici panorami dall'orlo del cratere e bellissime passeggiate sul fondo, estendendosi dal cratere fino ai laghetti di Oheo Gulch sulla costa a sud di Hana. 

    Nell'Hosmer Grove, vicino al quartier generale del parco, c'è un bel percorso escursionistico circolare che attraversa boschi nativi e ripiantati. Accanto c'è l'imponente Waikamoi Preserve, che conserva alcune zone di foresta pluviale con specie locali di flora (koa e ohia) e dove si possono avvistare alcuni uccelli originari dell'isola, come il rampichino di Maui e il drepanidide crestato (entrambi a rischio di estinzione).
    A chi ha manie di grandezza consigliamo di dare un'occhiata al Leleiwi Overlook, un punto panoramico situato a metà strada tra il quartier generale del parco e il centro visitatori, da dove si vedono la catena montuosa della parte occidentale dell'isola e l'istmo di Maui, e, con un po' di fortuna, anche il cosiddetto Brocken Specter (spettro rotto). Questo fenomeno ottico si manifesta alle quote elevate: il sole dilata e proietta la vostra immagine sulle nuvole, mentre la luce riflessa dalle goccioline di umidità crea una specie di arcobaleno circolare attorno alla vostra ombra. Presso il Kalahaku Overlook, circa 1,6 km sopra Leleiwi, ci si può affacciare sul cratere, mentre dal Puu Ulaula Overlook, il punto più alto di Maui, si vedono la Big Island, Lanai, Molokai e persino Oahu.

    Hana Highway
    Tutte le isole delle Hawaii hanno bellissimi panorami, ma la Hana Hwy, la strada statale che corre lungo la costa nord-orientale di Maui tra Kailua e Hana, viene considerata l'itinerario in assoluto più spettacolare dell'arcipelago. Costruita nel 1927 dai forzati, questa strada segue la scogliera inoltrandosi tra profonde vallate per poi rispuntare in alto sulla frastagliata costa e serpeggiare lungo più di 600 curve e tornanti. Ponti a senso unico superano le decine di cascate dell'itinerario, alcuni piccolissimi ed esotici, altri a picco sull'acqua; i poetici nomi hawaiani di questi 54 ponti hanno origine dai torrenti e dalle gole oltre i quali si gettano: Heavenly Mist (Bruma Paradisiaca), Prayer Blossoms (Fiori della Preghiera), Reawakening (Risveglio). Le valli ospitano una vegetazione lussureggiante con fitte foreste pluviali, boschetti di bambù, macchie di felce e liriodendri africani dalle luminose tonalità arancione. Affrettandosi è possibile compiere questo percorso in due ore, ma sarebbe meglio concedersi un giorno intero perché lungo la strada ci sono diversi laghetti di montagna dove fare il bagno, sentieri da percorrere a piedi e località storiche da esplorare.
    Il primo luogo interessante che s'incontra uscendo da Kailua è il sentiero escursionistico Waikamoi Ridge Trail, un breve e tranquillo percorso circolare che si snoda tra eucalipti e filodendri. L'Haipuaena Falls, situata appena oltre l'indicazione del km 18, è una cascatella che si getta in un magnifico stagno abbastanza profondo per farci il bagno; essendo piuttosto lontana dalla strada principale, potrà offrire una piacevole sosta imprevista. Keanae è un sonnolento paesino con capre e puledri che razzolano liberamente, dove si trova una chiesa del XIX secolo costruita con rocce laviche e malta di coralli. Il Puaa Kaa State Wayside Park è un altro bel posto dove fare il bagno: qui una tranquilla cascata si getta nel laghetto prima di riversarsi in un burrone. Appena dopo l'indicazione del km 51, una strada secondaria si dirama verso il Waianapanapa State Park, dove troverete bungalow, campeggi e docce. A cinque minuti a piedi dal parcheggio ci sono due suggestive grotte scavate nella lava e ammantate di felci e di balsamina in fiore; di qui un sentiero si dirige verso sud lungo la costa per 3 km, dal parco alla Kainalimu Bay, situata immediatamente a nord di Hana Bay, passando accanto ad alcuni sfiatatoi vulcanici e ai ruderi di un tempio, tra fantastici panorami costieri.

    Kaanapali
    Kaanapali, situata immediatamente a nord di Lahaina, è una località balneare con grattacieli. Nonostante l'opulenza di alcuni alberghi, sembra abbastanza anonima e ha caratteristiche tipiche più della California meridionale che delle Hawaii. In questo luogo di villeggiatura ci sono condomini, due campi da golf da 18 buche, 40 campi da tennis, un centro commerciale e sei alberghi sul lungomare, ma le cose più interessanti da vedere sono i villaggi turistici. L'Hyatt Regency vanta opere d'arte per un paio di milioni di dollari nell'atrio e nel parco: vasi ming, dipinti balinesi e trapunte hawaiane; l'atrio, in particolare, simula una giungla tropicale con tanto di cacatua, mentre nei giardini del complesso ci sono cascate e laghetti con cigni e fenicotteri. Il Westin Maui è ornato da laghetti dalle forme fantasiose, scroscianti cascatelle e scivoli acquatici, ma soprattutto sculture, tra cui numerosi Buddha, vasi e diverse coppie di animali in pietra dallo sguardo torvo.
    Forse troverete più interessante visitare il Whaling Museum, dedicato alla storia della caccia alle balene e situato nel centro commerciale, che ha una collezione con pochi pezzi di altissimo livello comprendente fotografie d'epoca, strumenti utilizzati dai balenieri, modelli di balene e didascalie dettagliate. Nel braccio di mare davanti allo Hyatt ci sono buone possibilità di snorkeling, ma il posto migliore e più sicuro per praticare questo sport è la Black Rock, un promontorio di roccia lavica che ripara la spiaggia dello Sheraton e dove troverete coralli intatti, un'abbondante fauna tropicale e aquile di mare.

    Lahaina
    Nei tempi antichi Lahaina era sede del sovrano di Maui nonché il frutteto della parte occidentale dell'isola. Kamehameha I vi stabilì la propria corte e per un certo periodo questa città fu anche la capitale dell'arcipelago hawaiano da poco unificato. La caccia alle balene raggiunse il suo apice intorno al 1840, quando centinaia di balenieri sbarcavano nel porto di Lahaina per frequentare le sue sale da concerto, i bar e i bordelli. Oggi, invece, le strade della cittadina sono invase dai turisti e i vecchi negozi in legno che un tempo ospitavano i saloon e i magazzini accolgono boutique e gallerie: se vi aspettavate una località pittoresca e romantica, a Lahaina resterete delusi perché qui tutto è frenetica attività commerciale. Ma il panorama è innegabilmente piacevole, come la brezza che soffia dal mare e i bei tramonti su Lanai.

    Ahihi-Kinau Natural Area Reserve
    Questa riserva naturale copre una superficie di 826 ettari con laghetti di marea di origine vulcanica, anfratti costieri, e le più vaste distese di aa (frastagliati scogli lavici) che abbiate mai visto. La zona è stata istituita a riserva per il suo caratteristico habitat marino e le rare peculiarità geologiche, come i laghetti di anchialine e le kipukas (‘isole' di terra risparmiate dalle eruzioni ma circondate da colate laviche). Tra le colate laviche e Ahihi Bay si trovano i resti di un villaggio costiero hawaiano - indicato da terrazzamenti delimitati da mura.

    Kula
    Kula, centro dell'Upcountry (entroterra) di Maui che si trova appena fuori dalla Hwy 37, è il cuore agricolo dell'isola dove, grazie alle giornate tiepide, alle notti fresche e ai ricchi suoli vulcanici, prosperano ortaggi come la lattuga, i pomodori, le carote, i cavolfiori e i cavoli; nessun gourmet hawaiano rinuncia alle dolci cipolle di Kula. Nella zona crescono anche la maggior parte delle protee, dei garofani e dei crisantemi delle Hawaii ed è proprio grazie a Kula che ogni visitatore delle Hawaii riceve la sua ghirlanda di fiori. Durante la corsa all'oro californiana del XIX secolo, gli agricoltori di Kula inviarono per nave così tante patate per sfamare i minatori che questa zona dell'arcipelago divenne celebre con il nome di Ku Kaleponi, ovvero Nuova California.
    Tutta Kula non è altro che un giardino, ma se volete osservare questa realtà più da vicino vi consigliamo di visitare qualche serra. La Clouds' Rest Protea Farm ha un piccolo giardino con piante identificate da targhette, mentre i Kula Botanical Gardens ospitano piante tropicali in un ambiente lussureggiante e ombroso, e i più recenti Enchanting Floral Gardens sono ariosi e pieni di sole e colori. L'Università delle Hawaii ha un proprio Agricultural Research Center specializzato nella sperimentazione su nuovi ibridi di protea. E infine, se sentite il bisogno di ringraziare Dio per una tale abbondanza di fiori, sappiate che l'ottagonale Holy Ghost Church (una chiesa costruita nel 1897 dagli immigrati portoghesi) ha un interno splendidamente decorato in stile iberico.

    Molokini
    Il cratere vulcanico di Molokini, in gran parte sommerso, è situato a metà strada tra Maui e Kahoolawe. Buona parte dell'orlo del cratere è stato eroso dalle intemperie dando origine alla caratteristica forma a falce di luna che si erge per 49 m sull'oceano e occupa una superficie di circa 7 ettari. Quest'isolotto richiama numerosissimi amanti dello snorkelling e delle immersioni, attratti dalle acque limpide che brulicano di squali di barriera, mante, tartarughe e di una grande varietà di altre specie di fauna marina. Le immersioni sono interessanti, ma non aspettatevi un ambiente incontaminato perché decine di imbarcazioni turistiche affollano tutti i giorni la zona con evidenti ripercussioni sull'habitat della barriera, in certi punti già irreversibilmente danneggiato (soprattutto a causa delle ancore che hanno scavato dei solchi nel corallo).

    Polipoli Spring State Recreation Area
    Questo parco si trova nella Kula Forest Reserve, in un bosco di conifere sulle pendici occidentali del monte Haleakala, e ha tavoli per picnic, piazzole da campeggio e numerosi sentieri escursionistici. La strada che conduce al parco, Waipoli, ha una stretta carreggiata unica e sale tra curve e tornanti in mezzo a boschi e pascoli. Al diradarsi delle nuvole potrete ammirare il panorama sulle dolci colline verdi che spazia fino alle isole di Lanai e Kahoolawe. Pochi turisti si avventurano fin qui dove, eccetto la sinfonia dei richiami degli uccelli, regna la quiete più assoluta e dove chilometri e chilometri di sentieri vi condurranno nel fitto delle pinete e di boschi di cedri, eucalipti e piante indigene.

  • 9° GIORNO MAUI / KONA (BIG ISLAND) (-/-/-)

    Ultime ore a maui e trasferimento in aeroporto. Rilascio dell'auto e volo per Big Island. Arrivo ritorno dell'auto e inizio delle prime visite.

  • DAL 10° AL 11° GIORNO BIG ISLAND (-/-/-)

    Giornate a disposizione per visitare questo tesoro delle isole hawaii.

    Big Island
    Una terra di miti e leggende, è considerata la casa di Pele la Dea hawaiana del fuoco che per molti anni ha modellato e formato la sua nuova residenza usando lava rossa e calda per creare la sua fortezza. Il territorio di Big Island è costellato da vulcani ancora attivi, tra cui il Kilauea uno dei vulcani più in fermento della terra, che fa parte del Volcanos National Park, un'area protetta che merita senza dubbio una visita, rimarrete affascinati dalla vista della caldera del vulcano,dove sarà possibile vedere la lava fuoriuscire e riversarsi nell'oceano. La vetta più elevata dell'arcipelago a sede qui, il Mauna Kea, un vulcano spento,la cui cima in inverno, impensabile a dirsi, si cosparge di candida neve bianca, un panorama da lasciare senza fiato. "Orchid Isle " l'isola si è aggiudicata questo appellativo grazie alle 100.000 e più specie presenti, soprattutto nella zona di Hilo, la città principale che vi offrirà un'assaggio dei negozi locali, dei ristoranti, con bellissimi giardini botanici e vicine cascate.
    Le grandi cime che dominano l'isola, influiscono notevolmente sul clima , infatti creano una barriera che blocca gli alisei provenienti da nord-est, rendendo la parte occidenatle di Big Island la più secca di tutto l'arcipelago, lungo tale costa si trovano le migliori spiaggie, e il mare più cristallino. La costa orientale è quindi caratterizzata da un clima umido, con una lussureggiante foresta pluviale, crepacci profondi e maestose cascate, qui potrete visitare la Waipi'o Valley, la più grande e spettacolare delle numerose vallate, un fertile groviglio di alberi, piante da fiore, campi di colocasia e cascate, è un luogo magico, in cui rivive l'atmosfera della "vecchia Hawaii".
    Per gli amanti della spiaggia non può mancare una visita all'incantevole Hapuna Beach nella costa meridionale e a Punalu'u, meglio conosciuta come Black Sand Beach per il colore assolutamente nero della sabbia.

  • 12° GIORNO BIG ISLAND / SAN FRANCISCO (-/-/-)

    Ultime ore a disposizione e trasferimento in aeroporto. Rilascio dell'auto e prtenza per San Francisco. Arrivo e trasferimento libero verso l'hotel prenotato.

  • 13° GIORNO SAN FRANCISCO (-/-/-)

    Giornata a disposizione per visitare questa città icone della california.

    San Francisco 
    è una delle mete di viaggio più importanti del mondo oltre 16 milioni di turisti visitano annualmente la città del Golden Gate. E' conosciuta per la sua fresca nebbia estiva, per le sue ripide colline, per la sua vivacità culturale e il suo eclettismo architettonico, che affianca stile vittoriano e architettura moderna, per i suoi famosi paesaggi, incluso il Golden Gate Bridge, e soprattutto per Chinatown, che ospita la più grande comunità cinese di tutti gli Stati Uniti.
    San Francisco è situata all'estremità nord dell'omonima penisola, costruita su 43 colline, la città conta meno di un milione di abitanti , ma se si conta l'area metropolitana costituita da nove contee, sale a oltre sei milioni.
    I primi ad abitare la baia di San Francisco furono la tribu dei Miwok, gli spagnoli riuscirono solo nel 1769 ad entrare nella baia; nel 1776 venne inaugurata la missione di San Francesco d'Assisi, che diede in seguito il nome alla città, e fu stabilito un presidio militare.
    Quando nel 1821 il Messico proclamò l'indipendenza dalla Spagna alcuni coloni ottennero le terre e si stanziarono nella zona di San Francisco, la svolta si avrà nel 1848 con la scoperta dell'oro che portò l'arrivo di migliaia di esploratori.  18 aprile 1906, una data che sognò profondamente la storia di questa città, un terremoto catastrofico distrusse quattro quinti della città.
    San Francisco si riprese completamente solo nel 1915 con l'Esposizione internazionale del Pacifico, quando furono ricostruiti numerosi edifici. Nel 1937  quando fu costruito il Golden Gate il ponte che collega la costa sud con quella nord ridiede impulso alle attività.
    Una visita di San Francisco include la famosa piazza centrale di Union Square, conosciuta come il luogo dello shopping, degli hotel più facoltosi e di teatri più prestigiosi; a poca distanza si trova Chinatown, il quartiere che ospita la più grande comunità cinese al di fuori della Cina.
    Fisherman's Wharf è l'antico molo dei pescatori adesso ristrutturato, è molto animato anche di sera con ristoranti e negozi, il punto di maggiore interesse è il Pier 39 frequentato da una colonia  di leoni marini e ovviamenti di turisti.
    Uno dei tratti di strada più conosciuto di San Francisco è senza dubbio Lombard Street: suggestiva e caratteristica via con 8 tornanti ripidi e stretti circondati da numerose aiuole.
    La prigione più famigerata degli Stati Uniti si trova proprio qui nella baia di SanFrancisco, il penitenziario di  massima sicurezza di Alcatraz ospitò tra i criminali più ricercati d'America.
    Il modo migliore per visitare la città è sicuramente a bordo dei famosi cable car che vi porteranno su e giù per le colline nel cuore della città

     

  • 14° GIORNO SAN FRANCISCO / ITALIA (-/-/-)

    Ultime ore in città e trasferimento libero in aeroporto. Imbarco, pasti e pernottamento a bordo.

  • 15° GIORNO ITALIA (-/-/-)

    Arrivo, sbarco e termine del viaggio

I nostri esperti

l'esperto

Gianni PAROLA

Aperiviaggi

Le live con i nostri Esperti per scoprire le destinazioni più affascinanti raccontate direttamente da chi le programma e visita in prima persona

Prossimi Aperi-Viaggi in programma

USA, la East Coast

18-04-202418:30Con Gianni

Partecipa
...
vedi tuttiStorico Aperiviaggi

Viaggi correlati

  • STATI UNITI (USA)
  • Viaggi su misura personalizzati
...

16 giorni

A partire da 4.200 €

  • STATI UNITI (USA)
  • Viaggi su misura personalizzati
...

13 giorni

A partire da 3.500 €

  • STATI UNITI (USA)
  • Viaggi su misura personalizzati
...

10 giorni

A partire da 4.000 €

  • CANADA
  • Viaggi su misura personalizzati
...

17 giorni

A partire da 4.800 €

  • STATI UNITI (USA)
  • Viaggi su misura personalizzati
...

9 giorni

A partire da 3.950 €

  • STATI UNITI (USA)
  • Viaggi su misura personalizzati
...

8 giorni

A partire da 4.100 €

  • STATI UNITI (USA)
  • Viaggi su misura personalizzati
...

20 giorni

A partire da 4.900 €

  • STATI UNITI (USA)
  • Viaggi su misura personalizzati
...

17 giorni

A partire da 5.200 €